08 ago 2015

Michele Lupo porta Dio sul banco degli imputati Recensione di Saul Stucchi


http://www.alibionline.it/michele-lupo-porta-dio-sul-banco-degli-imputati/

“Quando li beccavano e li rimandavano indietro, Vera, Dio mi sa che spariva. È solo un sospetto e non ti alterare per così poco. Dio non ce la fa a controllare tutto. Non l’aveva prevista così difficile, il Signore. È per questo che toppa il bersaglio a volte. Se quelli riuscivano a trasformare la paura fino al punto di stare quattro giorni senza mangiare, Dio avrebbe dovuto rispettarli, Vera. Dio si sopravvaluta. Fa errori da pivello”.

Cerca nel blog